Quando Julie Hlavacek-Larrondo dell’Università di Montreal del Canada si mise a studiare i buchi neri di 72 galassie che si trovano tra noi e 3,5 miliardi di anni luce, sapeva che nel loro cuore vi erano dei buchi neri, ma non immaginava di certo che potessero essere così mostruosi. Utilizzando il telescopio spaziale Chandra della NASA, che studia l’Universo a raggi X, Hlavacek-Larrondo ha potuto calcolare la massa dei buchi neri analizzando lo spettro dei raggi X che vengono emessi dai gas surriscaldati che ruotano attorno ai buchi neri stessi.
LEGGI ANCHE: Buchi neri, galassie, polveri e stelle: la simulazione più precisa dell’Universo in un video
E’ giunta alla conclusione, i cui risultati sono stati pubblicati su Monthly Notices della Royal Astronomical Society, che alcuni buchi neri raggiungono una massa che non era assolutamente stata prevista dai modelli che cercano di spiegare la nascita e l’evoluzione di tali oggetti. Quelli osservati infatti raggiungono una massa di almeno una decina di miliardi di volte quella del nostro Sole. Un buco nero, in particolare, raggiunge il valore record di 17 miliardi di volte la massa del Sole.
LEGGI ANCHE: Ecco come finirà il nostro universo: “Inghiottito dai buchi neri”
Questa scoperta pone il problema della nascita dei buchi neri in quanto, al momento, non esiste una spiegazione in grado di giustificare tali dimensioni, un elemento che si affianca ai tanti misteri di questi mostruosi oggetti dell’Universo.
DI: Luigi Bignami 
FONTE:https://it.businessinsider.com/scoperti-mostruosi-buchi-neri-il-mistero-sulle-loro-dimensioni-video/