La magia, come nello Ying e lo Yang, possiede due colori e due valori
Come per il triangolo della magia nera, anche per la magia bianca, esistono tre città nel mondo che lo delineano
Il Triangolo della Magia Bianca è l’opposto del cosiddetto Triangolo della Magia Nera. I tre punti di questi triangoli magici sono rappresentati da tre città sparse sul globo. Una di queste fa parte di entrambi i triangoli, ovvero l’italiana Torino. Insieme a Londra e a San Francisco fa infatti parte del Triangolo della Magia Nera, mentre insieme a Lione e Praga fa parte del Triangolo della Magia Bianca.
Triangolo della Magia Bianca, le città
Iniziamo con il parlare di Torino che oltre ad essere una città occulta e misteriosa è anche una forte fonte di energia positiva. In questa meravigliosa città italiana si pensa che regnino due forze opposte che lottano e si compensano allo stesso tempo. Torino sorge tra due fiumi, il Po e la Dora, che secondo enunciati esoterici, rappresentano simbolicamente il Sole e la Luna. La città piemontese è inoltre attraversata dal 45° parallelo, ulteriore motivo che lascia pensare ad un forte concentrato di positività.
Ospita poi un oggetto molto importante per la religione cristiana, la Sacra Sindone. Questo suggestivo oggetto, nell’antichità, veniva esposto tra le statue di Castore e Polluce presenti in Piazza Castello. La leggenda narra che, attraversando il punto in cui veniva esposta la Sindone, si viene ricaricati di energia positiva e di fortuna. Un’altra leggenda narra che Torino è il luogo in cui resta nascosto il famoso Santo Graal. Il punto in cui è riposto pare essere indicato da una delle statue in piazza della Chiesa Gran Madre di Dio.
Lione
Anche questa città francesce nasce in mezzo a due fiumi, il Rodano e la Saona che simbolicamente rappresentano il dualismo maschile e femminile. Dal punto di vista religioso Lione è situata in un luogo molto particolare, ovvero sulla via che porta verso il pellegrinaggio di Santiago di Compostela. Molti, sia in età moderna che in età antica, prima di intraprendere il cammino, preferivano passare da Lione per ricevere la benedizione della Vergine Nera che si trova all’interno della Basilica di Notre Dame de la Fourviere.
Lione fu dimora di molti Cavalieri Templari e città dove Cagliostro fondò la prima Loggia Massonica di Rito Egizio. Lione, come Torino, ha molti collegamenti con il mondo egizio. Fa infatti parte di una delle ley lines d’Europa che congiunge il sito archeologico e megalitico di Carnac con la città egizia di Karnak.
Praga
Anche Praga, come le due città sopracitate, nasce tra due fiumi, la Moldava e l’Elba. La sua fama di luogo magico ebbe particolare risonanza intorno al 1500 quando a regnarvi vi fu Rodolfo II, un uomo molto appassionato di alchimia (lo stesso accadeva ai Savoia presso la città di Torino). La sua passione per l’alchimia però, nel tempo, oltrepassò i limiti a tal punto da venir considerato pazzo. A corte invitava molte delle menti illustri del tempo come Giovanni Keplero. Rodolfo accoglieva questi personaggi perché voleva che scoprissero la formula per trasformare il metallo in oro.
Un altro sovrano, Carlo IV, era particolarmente interessato sia alla magia che alle arti occulte. Fece costruire il famoso Ponte Carlo che è letteralmente carico di simobli mistici. Un altro simbolo suggestivo di Praga è l’Orologio Astronomico medioevale che si affaccia sulla Piazza della Città Vecchia. Questo oggetto è un insieme di simbolismi legati al numero 4 che fa riferimento alle 4 forze della natura, l’aria, l’acqua, la terra e il fuoco.
Queste tre città emblema del Triangolo della Magia Bianca, che ci crediate o no, possiedono un’atmosfera magica e avvolgente che incuriosisce migliaia e migliaia di viaggiat
ori ogni anno.
DI:Rebecca Romano
FONTE:https://www.ultimavoce.it/triangolo-magia-bianca/